Cerca QUI

15 missioni spaziali da seguire nel 2015

Il 2014 ci ha regalato momenti indimenticabili nella storia dell'esplorazione spaziale, ma anche l'anno che sta iniziando promette appuntamenti importanti. Eccone alcuni da segnare in agenda.

All'inizio di gennaio, dopo aver lanciato una capsula cargo Dragon fino alla ISS, il primo stadio del razzo Falcon 9 della SpaceX sarà fatto atterrare su una piattaforma galleggiante nell'Oceano Atlantico, e non direttamente in mare, come normalmente avviene. Se l'impresa dovesse riuscire, significherebbe poter riutilizzare uno degli stadi del razzo, abbattendo notevolmente i costi di produzione dei vettori spaziali. Il test era stato inizialmente previsto per dicembre 2014
Quando: non prima del 6 gennaio.

Dopo più di 10 anni di preparazione, a fine gennaio il satellite Deep Space Climate Observatory (DSCOVR) sarà lanciato in orbita su un razzo Falcon 9 della SpaceX. Scopo della missione, a cui partecipano Nasa, NOAA e Aeronautica militare USA, è monitorare il vento solare da 1,5 milioni di km di distanza dalla Terra. 
Quando: non prima del 29 gennaio.
A febbraio l'IXV - Intermediate eXperimental Vehicle dell'Esa, un veicolo spaziale sperimentale in grado di compiere un rientro controllato in atmosfera, affronterà il suo lancio per un volo suborbitale, sorretto dal lanciatore Vega. In futuro la navicella potrebbe servire a trasportare in sicurezza materiali ed esperimenti dalla ISS alla Terra, senza bruciarsi irrimediabilmente in atmosfera. Quando: 11 febbraio.


 Poco prima dell'arrivo della primavera dovrebbe terminare la missione della Nasa MESSENGER (MErcury Surface, Space ENvironment, GEochemistry and Ranging) in orbita intorno a Mercurio. Nelle ultime settimane la sonda, lanciata nel 2004, è rimasta a corto di carburante, ma i tecnici di missione sono riusciti a utilizzare il liquido di pressurizzazione del combustibile per mantenerla in orbita ancora per qualche tempo. Poi, MESSENGER sarà inesorabilmente attirata verso la superficie di Mercurio, dove si schianterà. 
Quando: a marzo.


A marzo è previsto anche l'ingresso della sonda della Nasa Dawn nell'orbita del pianeta nano Cerere, l'oggetto più grande (950 km di diametro) della fascia degli asteroidi tra Marte e Giove. Tra gli obiettivi della missione c'è quello di indagare l'origine dell'acqua nelle fasi primordiali del Sistema Solare. Tra il 2011 e il 2012, Dawn aveva osservato Vesta, un altro gigantesco asteroide. 
Quando: 6 marzo.


 Il 2015 vedrà per la prima volta due astronauti, l'americano Scott Kelly e il russo Mikhail Kornienko, rimanere sulla ISS per un anno, anziché per i canonici sei mesi. Sarà l'occasione per osservare gli effetti della microgravità sul corpo umano durante una lunga permanenza in orbita. Scott (nella foto) ha un gemello, Mark, anch'egli astronauta, che servirà da termine di paragone, sotto il profilo genetico, per i test che affronterà il fratello. A maggio 2015 è invece previsto il rientro sulla Terra di Samantha Cristoforetti: per l'astronauta italiana non sono al momento in programma passeggiate spaziali (ma mai dire mai). 
Quando: 27 marzo.


Il 2015 segnerà il 25esimo compleanno del telescopio spaziale più famoso di sempre: Hubble (guarda le sue migliori foto del 2014). L'osservatorio, lanciato dallo Space Shuttle Discovery nel 1990, dovrebbe continuare a funzionare almeno fino al 2018, quando sarà lanciato il suo successore, il James Webb Space Telescope. 
Quando: 24 aprile.


Tornerà a volare per una quarta, segretissima missione X-37 B, il drone top segret della Nasa, una sorta di versione in miniatura dello Shuttle, ma senza equipaggio. A ottobre il velivolo è rientrato da una lunga missione (ben 675 giorni in orbita), i cui obiettivi sono coperti da segreto militare (per saperne - poco - di più). Ripartirà a maggio, non si sa ancora quando, né con quale missione. 
Quando: maggio.


A luglio avverrà il tanto atteso flyby della sonda New Horizons intorno a Plutone. Le prime immagini del pianeta nano dovrebbero iniziare ad arrivare a gennaio, ma la vista migliore si otterrà durante il sorvolo ravvicinato (per saperne di più). 
Quando: 14 luglio.


Curiosity si appresta a celebrare il terzo compleanno su Marte nell'estate 2015. Il rover, che recentemente ha annusato molecole di metano nel cratere Gale, ha in programma di continuare l'esplorazione del Monte Sharp nei prossimi mesi. 
Quando: 5 agosto.


 La sonda dell'ESA Rosetta seguirà la cometa 67P/ Churyumov-Gerasimenko durante il suo passaggio più ravvicinato al Sole (a 185 milioni di km di distanza), studiando come l'oggetto celeste cambierà durante il transito in prossimità della stella. Nei mesi precedenti Philae, riscaldato dai raggi solari, potrebbe anche ridestarsi dal letargo in cui è calato, da quando le sue batterie si sono esaurite, e il lander è finito al buio. Tutto sulla missione Rosetta 
Quando: 13 agosto.


A novembre 2015 la sonda giapponese Akatsuki avrà una seconda opportunità (dopo quella fallita del 2010) di entrare nell'orbita di Venere. Akatsuki (nella foto al momento del lancio, nel 2010) viaggia insieme alla vela solare Ikaros, la prima dimostrazione sperimentale dell'efficacia di questa tecnologia nelle missioni spaziali. 
Quando: novembre.


Dopo l'esplosione del razzo Antares che doveva portarla in orbita lo scorso ottobre, la capsula cargo Cygnus tenterà un nuovo lancio di rifornimento, destinazione ISS, questa volta a bordo di un lanciatore Atlas V della United Launch Alliance. 
Quando: fine 2015.


Dopo un rinvio durato 4 anni (il lancio originario era previsto per il 2011) la missione dell'ESA LISA Pathfinder mission, destinata a rilevare prove sperimentali dell'esistenza di onde gravitazionali, prenderà il via nel 2015 (la data del lancio non è stata specificata). L'Italia ha un ruolo di spicco nella missione: italiano è il Principal Investigator, Stefano Vitale, Università di Trento. 
Quando: 2015.


Sempre nel 2015 dovrebbero partire i primi voli suborbitali di Lynx, il velivolo spaziale della compagnia privata XCOR Aerospace (qui ne vediamo una replica). Ciascun volo potrebbe ospitare un pilota e un passeggero, o essere utilizzato per portare esperimenti scientifici fino a 100 km di quota. 
Quando: 2015.

Fonti

Nessun commento:

Posta un commento

Salve! Ogni lettore è invitato a commentare qualsiasi post voglia, ed è un bene il confronto d'idee. Sono dunque io, Riccardo Perilli, ad invitare ognuno di voi, carissimi lettori, a commentare i post che scrivo o condivido. Le uniche due cose che chiedo di rispettare, per chiunque commenti, è che mi scriva poi, in fondo al proprio commento, un nome (non importa il cognome, mi raccomando!) al quale possa far riferimento per rispondergli (altrimenti appare "Commento in anonimo"); e che poi clicchi sulla spunta "inviami notifiche", in modo da poter restare sempre aggiornato sulle risposte che fornirò, e quelle che scriveranno gli altri lettori.
Ringrazio, nel frattempo, in attesa di vostri nuovi commenti, chi già ha commentato e chi commenterà.

Per contattarmi

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore,
vogliate comunicarmelo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto
a variazioni nel tempo.