Cerca QUI

Domenica inizia marzo 2015: il mese di eclissi, equinozio, ora legale e della marea del secolo

marzo 2015 Febbraio è ormai agli sgoccioli e non essendo questo 2015 un anno bisestile, domani sabato 28 febbraio sarà l’ultimo giorno del mese, a differenza del prossimo anno, il 2016, che appunto sarà un anno bisestile con 366 giorni anzichè 365, e con febbraio che si “prolungherà” fino a giorno 29.
Domenica, quindi, inizierà un mese di marzo che si prospetta un mese molto interessante per il mondo della scienza.
Ovviamente non possiamo ancora conoscere cosa potrà riservarci dal punto di vista meteorologico, anche se stiamo già parlando dell’irruzione fredda che si prospetta per la prima decade del mese, ma sono tanti gli avvenimenti naturali, scientifici e sociali di cui parleremo ripetutamente nei prossimi giorni.
FAROE ECLISSI 1Dal punto di vista astronomico, ci aspetta la congiunzione planetaria più stretta e probabilmente anche più bella di tutto l’anno, che culminerà la sera del 4 marzo quando Venere e Urano saranno vicinissimo, uno accanto all’altro.
Poi ci sarà la “maratona Messier” a metà mese, quando si potrà provare ad osservare in una sola notte tutti gli oggetti (nebulose, galassie, ammassi stellari … sono 110!) contenuti appunto nel catalogo Messier.
Ovviamente l’evento più atteso sarà l’eclissi solare del 20 marzo, quando la luna coprirà il disco solare su tutto il territorio Europeo (Italia compresa, soprattutto al centro/nord) nelle ore mattutine, tra le 9 e le 12 circa.
Proprio il 20 marzo alle ore ore 22:45 cadrà l’equinozio di primavera, il momento esatto della rivoluzione terrestre intorno al Sole in cui quest’ultimo si troverà allo zenit dell’equatore: inizierà così ufficialmente la stagione primaverile, non solo dal punto di vista meteorologico ma anche astronomico e – per convenzione del nostro calendario – civile.
LaPresse/MaxPPP
LaPresse/MaxPPP
Dopo una settimana, nella notte fra sabato 28 marzo e domenica 29 marzo 2015, tornerà anche l’ora legale: dovremo spostare le lancette avanti di un’ora, per una notte dormiremo di meno oppure ci sveglieremo più tardi ma da domenica 29 marzo il sole tramonterà più tardi e le giornate saranno più lunghe, in un contesto sempre più luminoso e primaverile (meteo permettendo, ovviamente!).
Ma il mese di marzo è anche – e forse soprattutto – il mese della grande “marea del secolo” che si ripresenta ogni 18 anni sulle coste bretoni della Francia, nell’oceano Atlantico: il picco massimo è atteso proprio per il 21 marzo 2015 e si verificherà a causa della congiunzione perfetta di molti fattori come l’allineamento degli astri e le distanze delle orbite. A Mont-Saint-Michel la grande marea è già iniziata con un mese d’anticipo rispetto al suo picco massimo, su cui c’è grande apprensione.

Nessun commento:

Posta un commento

Salve! Ogni lettore è invitato a commentare qualsiasi post voglia, ed è un bene il confronto d'idee. Sono dunque io, Riccardo Perilli, ad invitare ognuno di voi, carissimi lettori, a commentare i post che scrivo o condivido. Le uniche due cose che chiedo di rispettare, per chiunque commenti, è che mi scriva poi, in fondo al proprio commento, un nome (non importa il cognome, mi raccomando!) al quale possa far riferimento per rispondergli (altrimenti appare "Commento in anonimo"); e che poi clicchi sulla spunta "inviami notifiche", in modo da poter restare sempre aggiornato sulle risposte che fornirò, e quelle che scriveranno gli altri lettori.
Ringrazio, nel frattempo, in attesa di vostri nuovi commenti, chi già ha commentato e chi commenterà.

Per contattarmi

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore,
vogliate comunicarmelo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto
a variazioni nel tempo.