Cerca QUI

C’è metano su Marte, la scoperta del rover Curiosity

Effettuando una perforazione nel terreno ed una serie di analisi dell’atmosfera, è stata rilevato un aumento della concentrazione di metano nell’atmosfera


C’è metano su Marte, la scoperta del rover Curiosity - Su Marte è presente metano, seppur in quantità al limite della rilevabilità. Lo hanno scoperto gli esperti che seguono e monitorano il lavoro del rover della Nasa Curiosity che da quasi tre anni studia giorno dopo giorno la superficie del Pienata Rosso a poca distanza dal cratere Gale; una concentrazione che varia tra gli 0,7 e i 7 ppbv, come confermato dopo un anno marziano di lavoro (circa due anni terrestri), durante i quali Curiosity ha percorso 8 km all’interno del cratere Gale ed effettuato anche una perforazione nel terreno; il risultato è una conferma di quanto già sostenuto oltre dieci anni fa quando telescopi terrestri rilevarono metano accendendo però una lunga controversia in merito alla presenza o meno del gas su Marte in quanto non era sempre presente durante i rilevamenti.
Perforazione su Marte del rover Curiosity
Perforazione su Marte del rover Curiosity, foto focus.it
Una variabilità che secondo i ricercatori sarebbe legata alla difficoltà di rilevare il gas da parte delle sonde, date le basse concentrazioni. Ma grazie a Curiosity ogni dubbio è stato fugato: il metano è presente e varia nel tempo e questa variabilità potrebbe indicare l’esistenza di una qualche forma di attività biologica in determinati periodi dell’anno. Dato che sulla Terra la maggior parte del metano è di origine biologica, gli esperti sperano che anche quello marziano lo sia. Nel frattempo i dati parlano chiaro: valutando parametri atmosferici come pressione, temperatura, umidità relativa e opacità dell’aria è stata confermata la sua presenza sul Pianeta Rosso.

Nessun commento:

Posta un commento

Salve! Ogni lettore è invitato a commentare qualsiasi post voglia, ed è un bene il confronto d'idee. Sono dunque io, Riccardo Perilli, ad invitare ognuno di voi, carissimi lettori, a commentare i post che scrivo o condivido. Le uniche due cose che chiedo di rispettare, per chiunque commenti, è che mi scriva poi, in fondo al proprio commento, un nome (non importa il cognome, mi raccomando!) al quale possa far riferimento per rispondergli (altrimenti appare "Commento in anonimo"); e che poi clicchi sulla spunta "inviami notifiche", in modo da poter restare sempre aggiornato sulle risposte che fornirò, e quelle che scriveranno gli altri lettori.
Ringrazio, nel frattempo, in attesa di vostri nuovi commenti, chi già ha commentato e chi commenterà.

Per contattarmi

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore,
vogliate comunicarmelo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto
a variazioni nel tempo.