Cerca QUI

La NASA potrebbe creare il primo motore a curvatura!

La NASA potrebbe creare il primo motore a curvatura!
Forse è troppo parlare di esplorazione dello spazio per la nostra tecnologia, ma ci sono in cantiere dei piani di miglioramento, anche se stanno progredendo molto lentamente. La NASA potrebbe portare la nostra tecnologia ad un livello superiore. Come probabilmente sapete la tecnologia attuale non ci permette di viaggiare molto lontano nella vastità dello spazio. Scienziati e profani ipotizzano che avremmo bisogno di qualcosa di simile ad un motore a curvatura per essere in grado di viaggiare tra le stelle.

Venti anni fa l’ingegnere aerospaziale Roger J. Shawye si avvicinò all’idea con un EM Drive, un nuovo sistema di propulsione teorico volto a rivoluzionare i viaggi nello spazio, ma le nostre fonti di energia erano e sono ancora completamente insufficienti. La NASA non era interessata al progetto in un primo momento, ma alla fine decise di costruire un prototipo di Drive EM qualche tempo fa.
Alcune di queste informazioni potrebbero non essere attendibili, ma nel corso del forum NASA Spaceflight ci sono state molte persone che parlavano di come un nuovo prototipo EM Drive sia in grado di generare la spinta con l’aiuto delle microonde. La NASA ha osservato che i laser sparati attraverso la camera di risonanza del dispositivo si comportavano in modi molto inaspettati. In particolare, alcuni dei raggi laser sembravano muoversi più velocemente della velocità della luce.
Em Drive NASA
 Ma luce stessa imposta il “limite di velocità universale”, un concetto che è stato applicato da Albert Einstein nella teoria della relatività e raramente è stato contestato fino ad ora. Al fine di assicurarsi che il Drive EM faccia davvero quello che sembra stia facendo, l’esperimento dovrà essere replicato nel vuoto, quindi dovremo aspettare fino a che ciò accada per scoprire se Einstein aveva torto o ragione. Per quanto riguarda il motivo per cui i raggi laser possono presumibilmente viaggiare oltre la luce, la NASA ritiene che l’unità Drive EM è la creazione di una bolla di curvatura, e che è fondamentalmente una distorsione dello spazio-tempo. In teoria, l’unico modo in cui qualcosa potrebbe viaggiare più veloce della velocità della luce è di prendere una scorciatoia attraverso lo spazio-tempo e questo è ciò che i raggi laser all’interno della cassa di risonanza del Drive EM sembrano fare.
Ulteriori test saranno condotti per verificare queste affermazioni, e se la NASA riuscirà davvero a creare un sistema di propulsione che sfrutta la bolla di curvatura, tutta l’esplorazione dello spazio, come lo conosciamo, verrà rivoluzionata.

Nessun commento:

Posta un commento

Salve! Ogni lettore è invitato a commentare qualsiasi post voglia, ed è un bene il confronto d'idee. Sono dunque io, Riccardo Perilli, ad invitare ognuno di voi, carissimi lettori, a commentare i post che scrivo o condivido. Le uniche due cose che chiedo di rispettare, per chiunque commenti, è che mi scriva poi, in fondo al proprio commento, un nome (non importa il cognome, mi raccomando!) al quale possa far riferimento per rispondergli (altrimenti appare "Commento in anonimo"); e che poi clicchi sulla spunta "inviami notifiche", in modo da poter restare sempre aggiornato sulle risposte che fornirò, e quelle che scriveranno gli altri lettori.
Ringrazio, nel frattempo, in attesa di vostri nuovi commenti, chi già ha commentato e chi commenterà.

Per contattarmi

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore,
vogliate comunicarmelo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto
a variazioni nel tempo.