Cerca QUI

ALT! Caro lettore, ti porrò un semplice e rapido sondaggio, rispondi: SONO SU QUESTO BLOG, PERCHÉ:

Spazio: creata vita aliena in provetta, potrebbe sopravvivere su una luna di Saturno

E’ un organismo che sulla Terra non potrebbe sopravvivere perché dipende dal metano e non ha bisogno di ossigeno


dune titano Ha le dimensioni di pochi millesimi di millimetro, all’incirca quelle di un virus, il primo esempio di vita aliena costruito in provetta. E’ un organismo che sulla Terra non potrebbe sopravvivere perchè dipende dal metano e non ha bisogno di ossigeno.

Strange lights spotted in sky over Caledon East

Lights in sky
Don Baird spotted these two lights in the sky over Caledon East as he
headed home in the early hours of Friday morning. He says they looked
like silver metal-like objects that moved without making any sound.

Alabama witness says UFO lights appeared in triangle shape

The witness was eastbound along I-20 on this stretch of roadway between Birmingham and Atlanta near Pell City when the object was first seen about 10:56 p.m. on January 25, 2015. (Credit: Google)
The witness was eastbound along I-20 on this stretch of roadway between Birmingham and Atlanta near Pell City when the object was first seen about 10:56 p.m. on January 25, 2015. (Credit: Google)

An Alabama witness at Pell City reported watching a hovering object with four lights that appeared to be a triangle shape, according to testimony in Case 63597 from the Mutual UFO Network (MUFON) witness reporting database.
The witness was eastbound along I-20 between Birmingham and Atlanta when the object was first seen about 10:56 p.m. on January 25, 2015.
“I saw a triangular-shaped object with four lights off to my left.” the witness stated. “I continued driving about 65 or 70 mph while I observed the craft. It seemed to be hovering or moving so slowly that I couldn’t tell.”

Leonard Nimoy: non è un problema ricordarlo come Spock

leonard nimoy slide

Si può centrare un’intera carriera intorno ad un ruolo solo?
Può capitare solo agli interpreti delle serie televisive e fra tutti Leonard Nimoy (anche per questioni anagrafiche) è stato forse il massimo esempio di identificazione con la propria interpretazione più nota. Circa 20 anni come mr. Spock in tv e poi nei film che impallano una carriera da attore televisivo e poi da regista per il cinema, estremamente florida e di successo sia prima che dopo che durante gli anni sull’Enterprise.
In pochi sanno che Nimoy, dopo aver diretto due dei molti lungometraggi su Star Trek (il terzo e il quarto, Rotta Verso la Terra, il più di successo della saga) nel 1987 fu al timone del maggiore incasso della stagione, Tre Uomini e un Bebè.

Leonard Nimoy: non è un problema ricordarlo come Spock

leonard nimoy slide

Si può centrare un’intera carriera intorno ad un ruolo solo?
Può capitare solo agli interpreti delle serie televisive e fra tutti Leonard Nimoy (anche per questioni anagrafiche) è stato forse il massimo esempio di identificazione con la propria interpretazione più nota. Circa 20 anni come mr. Spock in tv e poi nei film che impallano una carriera da attore televisivo e poi da regista per il cinema, estremamente florida e di successo sia prima che dopo che durante gli anni sull’Enterprise.
In pochi sanno che Nimoy, dopo aver diretto due dei molti lungometraggi su Star Trek (il terzo e il quarto, Rotta Verso la Terra, il più di successo della saga) nel 1987 fu al timone del maggiore incasso della stagione, Tre Uomini e un Bebè.

Domenica inizia marzo 2015: il mese di eclissi, equinozio, ora legale e della marea del secolo

marzo 2015 Febbraio è ormai agli sgoccioli e non essendo questo 2015 un anno bisestile, domani sabato 28 febbraio sarà l’ultimo giorno del mese, a differenza del prossimo anno, il 2016, che appunto sarà un anno bisestile con 366 giorni anzichè 365, e con febbraio che si “prolungherà” fino a giorno 29.
Domenica, quindi, inizierà un mese di marzo che si prospetta un mese molto interessante per il mondo della scienza.
Ovviamente non possiamo ancora conoscere cosa potrà riservarci dal punto di vista meteorologico, anche se stiamo già parlando dell’irruzione fredda che si prospetta per la prima decade del mese, ma sono tanti gli avvenimenti naturali, scientifici e sociali di cui parleremo ripetutamente nei prossimi giorni.
FAROE ECLISSI 1Dal punto di vista astronomico, ci aspetta la congiunzione planetaria più stretta e probabilmente anche più bella di tutto l’anno, che culminerà la sera del 4 marzo quando Venere e Urano saranno vicinissimo, uno accanto all’altro.

Eclissi di Sole il 20 marzo 2015: sarà parziale in Italia

Possibile rischio blackout in Europa

eclissi sole foto repertorio


Tutti con gli occhi all’insù il prossimo 20 marzo, quando da Russia, Europa e Nordafrica sarà visibile un’eclisse solare che al solito si preannuncia altamente spettacolare. Gli scienziati hanno già calcolato fino al 2025 le varie eclissi che accadranno, purtroppo non sempre si abita nel luogo giusto per ammirare nella sua totalità tale visione: ad esempio quella prevista tra meno di un mese investirà la fascia dell’Atlantico settentrionale, più o meno all’altezza delle isole Svalbard, e per questo motivo in Italia sarà visibile solo parzialmente.


L’Universo in 3D con MUSE

Un gruppo di astronomi ha utilizzato lo strumento montato sul VLT per misurare la distanza di 189 galassie, che vanno da quelle relativamente vicine fino a quelle che vediamo quando l'Universo aveva meno di un miliardo di anni. Il tutto superando la potenza di Hubble
L'immagine di sfondo in questo composito mostra la fotografia presa dal telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA nella regione nota come Campo Profondo Meridionale di Hubble. Nuove osservazioni con lo strumento MUSE montato sul VLT (Very Large Telescope) dell'ESO hanno scoperto galassie remote invisibili per Hubble, di cui vengono evidenziati due esempi. Questi oggetti sono completamente invisibili nell'immagine di Hubble ma si vedono molto chiaramente nelle zone opportune di questi dati tridimensionali di MUSE. Crediti: ESO/MUSE Consortium/R. Bacon
L’immagine di sfondo in questo composito mostra la fotografia presa dal telescopio spaziale Hubble della NASA/ESA nella regione nota come Campo Profondo Meridionale di Hubble. Nuove osservazioni con lo strumento MUSE montato sul VLT hanno scoperto galassie remote invisibili per Hubble, di cui vengono evidenziati due esempi. Crediti: ESO/MUSE Consortium/R. Bacon

L’ETÀ D’ORO DELLA NASA

nasa


Non tutte le foto della NASA finiscono dentro a qualche bel libro patinato. Ma non per questo sono meno interessanti.
Molte delle migliaia di foto scattate dalla NASA nel corso della sua storia spesso sono state scartate, magari perché sfogate o non tecnicamente perfette.
Tuttavia si tratta comunque di documenti eccezionali che mostrano situazioni che non sono di certo da tutti i giorni. Pertanto sono immagini che meritano di essere ammirate. Nella serie di fotografie qui sotto vi mostriamo una selezione dell’epoca d’oro della NASA.
NASA
NASA

I "fratelli" di ET



ET, il noto extraterrestre dell'omonimo film, tutti lo conoscono per il suo aspetto, come lo descrisse Spielberg a Carlo Rambaldi (il "burattinaio") -infantile e vecchio allo stesso tempo-. Le versioni proposte al regista, in realtà, furono più di una.

Ecco i "fratelli" di ET 

1kyU3ui Ritrovati i prototipi di alieno che Spielberg doveva scegliere per il film ET


9SIy45k Ritrovati i prototipi di alieno che Spielberg doveva scegliere per il film ET


EZ5pidD Ritrovati i prototipi di alieno che Spielberg doveva scegliere per il film ET


fcqJepv Ritrovati i prototipi di alieno che Spielberg doveva scegliere per il film ET


NNpssGk Ritrovati i prototipi di alieno che Spielberg doveva scegliere per il film ET


Tutti questi prototipi vennero rifiutati da Spielberg. Chissà come sarebbe stato il film con uno di questi "mostri"...?

I "fratelli" di ET



ET, il noto extraterrestre dell'omonimo film, tutti lo conoscono per il suo aspetto, come lo descrisse Spielberg a Carlo Rambaldi (il "burattinaio") -infantile e vecchio allo stesso tempo-. Le versioni proposte al regista, in realtà, furono più di una.

Ecco i "fratelli" di ET 

1kyU3ui Ritrovati i prototipi di alieno che Spielberg doveva scegliere per il film ET


9SIy45k Ritrovati i prototipi di alieno che Spielberg doveva scegliere per il film ET


EZ5pidD Ritrovati i prototipi di alieno che Spielberg doveva scegliere per il film ET


fcqJepv Ritrovati i prototipi di alieno che Spielberg doveva scegliere per il film ET


NNpssGk Ritrovati i prototipi di alieno che Spielberg doveva scegliere per il film ET


Tutti questi prototipi vennero rifiutati da Spielberg. Chissà come sarebbe stato il film con uno di questi "mostri"...?

È stata la materia oscura a spazzar via i dinosauri?

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Ogni tanto (dove per tanto si intendono circa 30 milioni di anni), sul nostro pianeta una catastrofe naturale causa l’estinzione di un gran numero di specie di esseri viventi. A volte si tratta dell’impatto di oggetti extraterrestri sulla superficie della Terra, come ad esempio l’asteroide che, precipitato vicino allo Yucatan in Messico, avrebbe posto fine all’esistenza dei dinosauri, circa 66 milioni di anni fa. Altre volte, il processo è meno immediato, e consiste in prolungati periodi di disordini geologici che includono, ad esempio, eruzioni vulcaniche in grado di soffocare intere regioni del nostro pianeta.

Witness describes hovering cigar UFO over Olympia

The witness first saw the UFO as he was driving near the post office along Jefferson Street, Olympia, WA, about 11 a.m. on February 23, 2015. (Credit: Google)
The witness first saw the UFO as he was driving near the post office along Jefferson Street, Olympia, WA, about 11 a.m. on February 23, 2015. (Credit: Google)

A Washington witness at Olympia reported watching a white, hovering, cigar-shaped craft that made sharp turns and fired bright light flashes beginning about 11 a.m. on February 23, 2015, according to testimony in Case 63541 from the Mutual UFO Network (MUFON) witness reporting database.
The witness spotted the hovering object with no wings, tail or rotors that made no sound and had no condensation trail behind it.
“The movement of the cigar-shaped, white object was so slow that it appeared to be simply floating along at perhaps about 30-40 mph,” the witness stated. “There’s a possibility it may have been a drone – I’ve not seen all the types of drones the military has these days, and there is a base nearby, so who knows? It could have been ours, but maybe it wasn’t.”

Ufo volant, scripta manent

Ufo volant, scripta manent

Il dibattito sugli Ufo è stato prepotentemente riproposto sulla rete a causa dell’hashtag su Twitter lanciato da John Podesta il giorno delle sue dimissioni dall’incarico di consigliere alla Casa Bianca. Personaggio noto per i suoi interessi ufologici ma soprattutto per i prestigiosi incarichi ricoperti come capo di gabinetto della Presidenza Clintonla notizia del suo comunicato, dopo l’iniziale sorpresa e stupore è stata accompagnata dal solito fenomeno:

A timeline of UFO sightings in Weston, Redding, and Easton

One picture of the light that hovers above the Saugatuck Reservoir. This photo is an eight-second exposure, meaning it shows the movement of the light over eight-seconds.
One picture of the light that hovers above the Saugatuck Reservoir. This photo is an eight-second exposure, meaning it shows the movement of the light over eight-seconds. The lit area of trees to the bottom right of the frame is a passing car. 

From 1966 to the present day, a number of area residents report witnessing unexplainable lights in the skies above Weston, Redding, and Easton — with a number of reports concentrated around the Saugatuck Reservoir. Many describe a star-like light which hovers just above the treeline.

1966 - Darien dentist Harry Neilsen spots a large triangular glow over the Saugatuck Reservoir. (Herald-Journal Newspaper, Dec. 7, 1966)

Georgia family encounters hovering triangle UFO


The Georgia family was driving along Furys Ferry Road in the Augusta-Martinez area when they first saw the hovering triangle. Pictured: Furys Ferry Road in Martinez. (Credit: Google)
The Georgia family was driving along Furys Ferry Road in the Augusta-Martinez area when they first saw the hovering triangle. Pictured: Furys Ferry Road in Martinez. (Credit: Google)

A Georgia family at Augusta encountered a hovering triangle-shaped UFO along Furys Ferry Road and drove under the object for a better look, according to testimony in Case 63503 from the Mutual UFO Network (MUFON) witness reporting database.
The husband, wife and son were driving along Furys Ferry Road when they first saw the hovering object about 7:30 p.m. on February 21, 2015.

ESPERIMENTO NASA: PAGATO 11.000 DOLLARI PER STARE A LETTO 70 GIORNI, LA STORIA DI ANDREW

Andrew Iwanicki ha trascorso tre mesi sul letto dell'unità Flight Analog Research, il simulatore della NASA situato a Houston, in Texas. Lo scopo dell'esperimento era studiare i cambiamenti che avvengono nel sistema cardiocircolatorio e muscolo-scheletrico degli astronauti che vivono nelle stazioni spaziali.
Andrew Iwanicki
Oggi quei 70 giorni sono passati, e Andrew ha raccontato a Vice la sua incredibile esperienza:

Accadde oggi: nel 1968 scoperta la prima stella pulsante

L’individuazione della prima pulsar venne fatta da una ragazza 25enne, Susan Jocelyn Bell, appena laureatasi all’Università di Cambridge

pulsar Il 24 febbraio 1968, su Nature, l’annuncio della scoperta di CD 1919+21: la prima pulsar. Si tratta di stelle di neutroni collassate in rapidissima rotazione che emettono radiazioni elettromagnetiche non in modo continuo ma sotto forma di impulsi radio regolari. Le stelle pulsanti presentano una densità di centinaia di milioni di tonnellate al centimetro cubo, così alta che, è stato calcolato, potrebbero contenere in una sfera di una decina di chilometri di diametro tutta la massa del Sole.

Il Big Bang (forse) non è mai avvenuto

Forse l’Universo esiste da sempre, senza alcuna grande esplosione. Ecco una teoria che mette insieme meccanica quantistica e relatività generale

(Immagine: Nasa)
(Immagine: Nasa)

Altro che Big Bang. Forse non è stata nessuna grande esplosione a dare origine all’Universo così come lo conosciamo ora. A sostenerlo sono due scienziati, Ahmed Farag Ali, della Benha University egiziana, e Saurya Das della University of Lethbridge, in Canada. In un articolo appena pubblicato sulla rivista Physics Letter B, i due fisici teorici hanno infatti formulato un’ipotesi per un inizio alternativo del mondo. O, più precisamente: hanno formulato un’ipotesi in cui l’Universo, semplicemente, non ha avuto alcun inizio. Né avrà mai fine.

Spazio, 50 anni di missioni Nasa

Spazio, 50 anni di missioni Nasa
La sonda Dawn che raggiungerà a marzo Cerere è solo l'ultima di una lunga serie di missioni con cui la Nasa ha esplorato i principali pianeti del nostro Sistema Solare. Ecco una gallery dei principali programmi dell'Agenzia Spaziale Americana. Per iniziare, una foto scattata dal Lunar Orbiter 1, prima di cinque sonde lanciate tra il '66 e il '67 dalla Nasa per mappare la Luna, e scegliere il luogo dove nel 1968 sarebbe sbarcato il primo uomo a mettere piede sul nostro satellite Credits: Nasa

NASA in planning stages of Europa mission

The National Aeronautics and Space Administration (NASA) is currently in the planning phase of sending its first exploratory missions to Europa, one of the far moons of Jupiter, whose chemical composition makes it a likely candidate to contain extraterrestrial life.

Europa-moon.jpg

E se fossimo noi a telefonare a ET?

Finora la ricerca di vita extraterrestre si è limitata all'ascolto di segnali dal cosmo. Ma mentre alcuni studiosi suggeriscono un ruolo più attivo, altri mettono in guardia da possibili conseguenze

astronomia,spazio
Fotografia seti.org
Trovare una civiltà aliena intelligente rappresenterebbe sicuramente una delle più grandi scoperte della storia dell'umanità. 

LA NASA VI REGALA UNA COLLEZIONE DI SUONERIE SPAZIALI

nasa


La Nasa non è solo l'agenzia governativa più nota al mondo. E' anche un'istituzione che ha una grande capacità comunicativa specialmente in termini di social media. Oggi mette a nostra disposizione gratuitamente una magnifica collezione di file audio, suonerie e dichiarazioni di astronauti.

ESA’s Mars Express Zeroes in on Phlegra Montes

ESA’s Mars Express orbiter has obtained a spectacular color image of the southernmost portion of Phlegra Montes, a mountain range in the Cebrenia quadrangle of Mars.
This image was acquired by ESA’s Mars Express on October 8, 2014. Image credit: ESA / DLR / FU Berlin / CC BY-SA 3.0 IGO.
This image was acquired by ESA’s Mars Express on October 8, 2014. Image credit: ESA / DLR / FU Berlin / CC BY-SA 3.0 IGO.

ISS: ecco la palestra spaziale di Samantha Cristoforetti [VIDEO]

Gli astronauti si dedicano agli esercizi almeno un’ora e mezza al giorno

palestra cristoforetti Fare pesi nello spazio in assenza di gravità. In un nuovo video pubblicato dall’Esa, Samantha Cristoforetti mostra come ci si allena nella palestre della Iss.

NASA and ESA measure strength of wind from a supermassive black hole

Black Hole


We tend to think of black holes pulling things in rather than blowing them out, but the tremendous space-warping forces at play in the vicinity of the largest black holes can do weird things. For the first time scientists have been able to measure the speed of a black hole’s “wind” and it’s really, really fast. So fast, in fact, that supermassive black holes like the one at the center of the Milky Way could limit star formation within the galaxy.

Il pasticcio della Nasa su Marte

La Nasa è stata accusata di aver commesso un incredibile errore nella ricerca della vita su Marte, distruggendo le uniche tracce di antichi organismi ancora disponibili.

Il pasticcio della Nasa su Marte

La Nasa è stata accusata di aver commesso un incredibile errore nella ricerca della vita su Marte, distruggendo le uniche tracce di antichi organismi ancora disponibili. Gli esperti dell’Imperial College di Londra hanno affermato che gli esperimenti del Rover Curiosity potrebbero essere andati in fumo a causa di un minerale chiamato jarosite.

Life on Europa? Scientists ponder the possibilities

Europa

The Galileo spacecraft took this
image of Europa, which  is about the
size of Earth's moon, in 1996. Credit: NASA.
When Galileo viewed Jupiter through his telescope in 1610, he saw four dim objects near it that he assumed were stars. Repeated observations revealed that these "stars" orbited Jupiter like our own moon circles Earth. Thus began over 400 years of observations of Jupiter's moons, which now number 67. But if experts who gathered Wednesday at NASA's Ames Research Center are successful, by midcentury we may see one of these moons in a whole new light.

QUINDICIMILA

Sono bastati poco più di 5 mesi per arrivare a questa FANTASTICA cifra di visualizzazioni!


Con una media delle 3000 visualizzazioni mensili, ALZA GLI OCCHI, è letto da da 50 paesi diversi!

Quando una stella passò nel Sistema Solare

Scoperta la stella che ci è passata più vicina: si chiama stella di Scholz, una nana rossa di piccola stazza accompagnata da una nana bruna. 70.000 anni fa si è infilata dritta nella parte esterna della Nube di Oort, il guscio di comete che rappresenta il confine estremo del Sistema Solare


Mentre l’Homo Sapiens iniziava a migrare dal continente africano, una stella sorvolava a bassa quota il Sistema Solare. In un articolo pubblicato su Astrophysical Journal Letters un gruppo di astronomi provenienti da Stati Uniti, Europa, Cile e Sud Africa ha infatti determinato che circa 70.000 anni fa la cosiddetta stella di Scholz, un debole astro scoperto solo di recente, è molto probabilmente transitata attraverso la Nube di Oort, la remotissima fascia sferica di comete che circonda il Sistema Solare. Nessun altra stella è nota per avere mai avvicinato il nostro sistema in questo modo, cinque volte più vicino di quanto lo sia la stella attualmente più prossima, Proxima Centauri.Rappresentazione artistica della stella di Scholz e della sua compagna nana bruna (in primo piano) durante il loro passaggio ravvicinato al sistema solare 70.000 anni fa. Dal loro punto di vista, il Sole (a sinistra sullo sfondo) sarebbe apparso come una stella molto brillante. Crediti: Michael Osadciw / University of Rochester.Rappresentazione artistica della stella di Scholz e della sua compagna nana bruna (in primo piano) durante il loro passaggio ravvicinato al sistema solare 70.000 anni fa.

Conegliano-Marte, sola andata

Quattro chiacchiere con l’unico italiano fra i cento selezionati del programma spaziale Mars One

Intervista all’unico italiano selezionato per la missione spaziale Mars One, che porterà degli astronauti su MarteUn fotogramma dal film “Mission to Mars” (Dream Quest Images Touchstone Pictures)

Funziona così, a voler essere estremamente sintetici il progetto di Pietro Aliprandi, laureando in medicina, aspirante dottore e soprattutto aspirante colono di Marte il cui obiettivo vero, più ancora che indossare il camice, è quello di indossare una tuta spaziale e, nel 2024, lasciare la Terra per non farvi mai più ritorno diventando uno dei primi ventiquattro residenti di Marte.

Mars One, anche un italiano tra i 100 selezionati per andare su Marte

Erano oltre 200mila i candidati pronti a partire per il Pianeta rosso, ora ne sono rimasti solo 100

Stabilire insediamenti umani permanenti su Marte: è l’obiettivo di Mars One, un progetto ambizioso che vuole entro il 2025 portare cento persone laddove mai è stato l’uomo.

I volti di Cerere


I volti di Cerere
NASA/JPL-Caltech/UCLA/MPS/DLR/IDA

Pubblicate le nuove immagini riprese durante la "First Rotation Characterization" del pianeta nano.
  Lo scorso 12 Febbraio, l'indomita sonda americana aveva di nuovo spento i suoi motori per oltre 24 ore allo scopo di osservare con i suoi strumenti (tra cui uno italiano) una intera rotazione di Cerere su se stesso. Ricordiamo che Cerere, con i suoi quasi 1000 km di diametro, è il più grande oggetto nella fascia degli asteroidi, nonchè il primo oggetto di questo tipo ad essere stato scoperto (sempre da un italiano) e, in base alla attuale classificazione UAI, anche il pianeta nano a noi più vicino.

What Would It Be Like to Live on Mars?

Illustration of Future Mars Explorers
What kind of challenges would future Mars explorers face? From dust storms to freezing weather, astronauts wouldn't have it easy on the Red Planet. Credit: NASA/JSC
The idea of living on Mars has been a staple of science fiction since the 19th century, when American astronomer Percival Lowell speculated that the channels on the Red Planet were really ancient canals built by intelligent extraterrestrials.
But if this sci-fi dream were to ever become reality, what would it be like to actually live on Mars?

Buchi neri, uno studio italiano svela origine dei lampi di raggi gamma

Buchi neri, uno studio italiano svela origine dei lampi di raggi gamma
"Nel nostro studio abbiamo messo a punto un modello che potrebbe risolvere il problema, permettendo di capire meglio i meccanismi responsabili di questi eventi spettacolari" afferma Riccardo Ciolfi dell'Università di Trento

UFOs were communicating says South Carolina witness

Two triangle-shaped objects were seen over Spartanburg, SC, beginning about 8:40 p.m. on February 6, 2015. Pictured: Spartanburg, SC. (Credit: Google)
Two triangle-shaped objects were seen over Spartanburg, SC, beginning about 8:40 p.m. on February 6, 2015. Pictured: Spartanburg, SC. (Credit: Google)

Two South Carolina witnesses at Spartanburg reported watching two triangle-shaped UFOs that appeared to be communicating between each other with lights while the witnesses’ electronic equipment failed, according to testimony in Case 63142 from the Mutual UFO Network (MUFON) witness reporting database.
The reporting witness and her fiancée first saw two triangle-shaped objects in the sky beginning about 8:40 p.m. on February 6, 2015.