Cerca QUI

TV2000 e la vita extraterrestre: quando la Chiesa parla di vita aliena



"Su Tv2000 Letizia Davoli torna con ‘C’è Spazio” tra alieni e viaggi interstellari. Giovedì 23 marzo alle 21.05

Giovedì sera su torna C’è Spazio. Durante questa puntata usciremo dal sistema solare alla ricerca di un “primo contatto” con mondi e civiltà aliene.
In studio con Letizia Davoli come sempre l’eccellenza della ricerca: Barbara Negri, Responsabile Unità Esplorazione e Osservazione dell’Universo dell’Agenzia Spaziale Italiana, John Brucato, Astrobiologo dell’Istituto Nazionale di Astrofica, Giovanni Bignami e Amedeo Balbi, astrofisici. Lasciando quindi da parte ipotesi azzardate, complottismi e storie di avvistamenti, ci sarà quindi spazio – è proprio il caso di dirlo – per comprendere cosa siano gli esopianeti, quali sono i sistemi oggi in uso per la ricerca di altre forme di vita nell’universo, in che modo queste ultime potrebbero differire da noi e, soprattutto, come potremmo dialogare con loro nell’eventualità di un primo contatto, titolo di questo nuovo appuntamento con l’approfondimento scientifico targato Tv2000. Il programma è realizzato con il patrocinio dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), Agenzia Spaziale Europea (ESA) e Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF)."

Questo, il post pubblicato sul sito di TV2000, il canale televisivo controllato dalla Conferenza Episcopale.

Quando un canale televisivo dalla Chiesa tratta di Spazio, stelle, vita extraterrestre, una domanda ci può sorgere.
Se la Chiesa sta prendendo in considerazione il fatto che la vita possa essere basata su elementi diversi dal carbonio (come il silicio), il fatto che non siamo soli, il fatto che la Vita si sia formata, e non che sia stata creata, tutto questo potrebbe essere un altro indizio, se non una conferma, a quello che noi sosteniamo con forza da tempi non sospetti...

TV2000

Nessun commento:

Posta un commento

Salve! Ogni lettore è invitato a commentare qualsiasi post voglia, ed è un bene il confronto d'idee. Sono dunque io, Riccardo Perilli, ad invitare ognuno di voi, carissimi lettori, a commentare i post che scrivo o condivido. Le uniche due cose che chiedo di rispettare, per chiunque commenti, è che mi scriva poi, in fondo al proprio commento, un nome (non importa il cognome, mi raccomando!) al quale possa far riferimento per rispondergli (altrimenti appare "Commento in anonimo"); e che poi clicchi sulla spunta "inviami notifiche", in modo da poter restare sempre aggiornato sulle risposte che fornirò, e quelle che scriveranno gli altri lettori.
Ringrazio, nel frattempo, in attesa di vostri nuovi commenti, chi già ha commentato e chi commenterà.

Per contattarmi

Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore,
vogliate comunicarmelo via email. Saranno immediatamente rimossi. L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto
a variazioni nel tempo.